Tecnologia – Recensione – Sveglia e Stazione Meteo National Geographic

Mi si è guastata la sveglia del comodino, volevo sostituirla con qualcosa di non troppo grande ma più completo sicuramente.
Cercando in rete mi sono imbattuto in una stazione meteo National Geographic della Bresser, esteticamente graziosa e spero anche funzionale.

Si tratta di una base digitale con un display trasparente LCD ed un sensore per la lettura della temperatura da mettere in un altro ambiente o esterno.

All’interno della confezione abbiamo la sveglia/stazione meteo, un sensore e un manualetto in tre lingue (Inglese, tedesco e spagnolo).
Nella stazione vanno alloggiate due batterie AAA e nel sensore altrettanto, le batterie non sono incluse.

Inserite le batterie la configurazione non è difficile. Dietro, nella base, ci sono dei bottoni. Partendo da sinistra a destra abbiamo il bottone SET che andrà premuto per qualche secondo e inizierà a lampeggiare l’anno in corso, con i bottoni UP e DOWN aumentiamo o diminuiamo di un unità il valore, poi ripigliando SET l’impostazione verrà salvata e si passa alla successiva, mese e giorno in corso, poi si passa all’ora, il bottone ALLARM serve per impostare la sveglia, CH imposta il canale di trasmissione che dovrà coincidere con quello del sensore. Nel vano batterie del sensore ci sono due piccoli bottoni, il primo in alto permette di settare il canale di trasmissione. DNZ attiva o disattiva la sveglia. Finite le impostazioni in automatico il segnale del sensore verrà acquisito e verrà mostrata la temperatura.
La stazione dispone di tre canali per cui si possono aggiungere come optional altri due sensori.
E’ possibile, inoltre, attivare un allarme di temperatura rilevata dal sensore oltre la quale la sveglia inizierà a suonare.

A destra avremo la temperatura e l’umidità misurate dalla stazione, quindi ambientale, a sinistra la temperatura misurata dal sensore. Il sensore dovrebbe essere adatto anche per esterno, visto la chiusura del vano batterie penso sia da esterno, per ora l’ho posizionato in cucina, per l’esterno ho un altro sensore di un’altra stazione meteo che avevo già.

All’inizio non prendeva il segnale del sensore a quel punto ho staccato le batterie dalla stazione e l’ho riconfigurata, al termine ha preso il segnale.
Esteticamente si presenta bene ma non è dotata di retroilluminazione o un bottone per far luce quindi al buio non si vedrà nulla.
Altra pecca se da un lato il display trasparente è bello esteticamente, in alcuni casi rende difficile la lettura se lo sfondo è scuro e basta inclinarsi un poco verso l’alto per non risultare visibile, ha un angolo di lettura (sopra/sotto) bassino.

In conclusione, come tutte le cose, ha pregi e difetti, come pregi è bella esteticamente e poco ingombrante, adatta per sostituire la mia vecchia sveglia, è sicuramente più precisa confrontando i valori con la mia stazione dell’Oregon Scientific, nota per la sua qualità di misurazione, ha un secondo sensore per leggere la temperatura di un altro ambiente o dell’esterno, come difetti il display non è sempre ben leggibile e non ha retro illuminazione. Non ha in dotazione le batterie.
A me è piaciuta.

 

 

Se ti è piaciuto l'articolo e apprezzi il mio lavoro potresti aiutarmi con una piccola donazione, tramite PayPal, offrendomi un cappuccino.
Grazie di cuore!
Dona