Tecnologia – Recensione – Catenaccio Smart OKLOK con lettore d’impronta digitale

Oramai la tecnologia si evolve in tutti i settori, anche i catenacci si sono evoluti divenendo smart. Si tratta di catenacci che possono essere aperti tramite apposite App per cellulare e alcuni modelli dispongono anche di lettore di impronte digitali per essere aperti in modo semplice ed immediato.

Tra i tanti modelli disponibili ho approfittato di un’offerta per provarne uno, quanto meno ero curioso.

Il catenaccio Smart da me provato si chiama OKLOK, si tratta di un catenaccio dotato di batteria interna e non sostituibile.
La dotazione è minimal, il catenaccio Smart, un cavetto USB per la ricarica e un piccolo manuale in inglese.

Nella parte posteriore c’è una porta USB per la ricarica, protetta da una gomma, il catenaccio è impermeabile e certificato IP65. La batteria interna è da 3,7V da 130mAh.
Il catenaccio è massiccio e in metallo, pesa circa 110g.
Per prima cosa l’ho ricaricato, ebbene si anche i catenacci vanno ricaricati 😂

In fase di ricarica il Led è rosso.

Appena la carica è completata, il Led diventa Blu.

Dovremo scaricare l’apposita App disponibile sia per Android che per IOS.

Avvitata l’App ci chiederà di registrarsi, cosa apparentemente semplice, ci chiede un nostro indirizzo email al quale sarà inviato un codice di verifica, poi dovremo inserire il codice di verifica ricevuto per email, e qui ho avuto qualche difficoltà in quanto ogni volta l’App mi diceva che il codice di verifica non era valido, dopo tre tentativi lo ha accettato. Dovremo inserire una password da noi scelta per terminate la registrazione.
Fatto ciò l’App ci chiederà di attivare il Bluetooth del nostro smartphone e dovremo sfiorare il lettore di impronta del catenaccio in modo che si attivi. A quel punto il catenaccio verrà subito trovato ed abbinato all’applicazione.

Ci verrà chiesto di dare un nome al catenaccio.

Dall’applicazione possiamo sbloccare il catenaccio ma anche registrare le impronte digitali che vogliamo. Possiamo dare un nome massimo di 8 caratteri in modo da distinguere le dita memorizzate.

Per sbloccarlo tramite impronta, cosa molto più pratica piuttosto che dover prendere lo smartphone abbinarlo al catenaccio e pigiare il bottone “Sblocca” sull’App, basta tenere premuto per qualche secondo il nostro dito sul lettore di impronta, che non è un bottone.

Appena il led diverrà blu il catenaccio magicamente si aprirà. Basta uno o due secondi.

In questo video prima ho messo nel lettore di impronta il dito medio che non è registrato, poi il dito indice che è registrato per l’apertura.

Provando con le dita asciutte nessun problema, ma se il dito è inumidito, immaginando che possa essere sudato o bagnato dalla pioggia, non viene letto dal lettore di impronta per cui va tenuto presente.

Insomma nulla di che ma l’idea è senza dubbio carina, come robustezza nulla da dire ma chiaro che il catenaccio tradizionale secondo me è più robusto ma eventuali malintenzionati non si creerebbero problemi ne con questo ne con uno tradizionale se vogliono aprirlo.
Lo vedo utile ad esempio negli armadietti delle palestre o in una valigia da mettere temporaneamente in aereo ma non affiderei la sicurezza di qualcosa di valore a questo tipo di prodotti, apribili tramite Bluetooth.
Il prodotto l’ho preso poco meno di 25€ quando il prezzo originale era sulle 40€, troppo alto a mio parere per quello che offre.

Se ti è piaciuto l'articolo e apprezzi il mio lavoro potresti aiutarmi con una piccola donazione, tramite PayPal, offrendomi un cappuccino.
Grazie di cuore!
Dona