Tecnologia – Recensione – Auricolari Bluetooth Puro TWINS In-Ear

Ricordo che la recensione di questo oggetto è spontanea, esprimendo un mio parere personale, e che non ho ricevuto alcun compenso o l’oggetto gratuitamente!

In questo periodo si è diffuso moltissimo l’uso degli auricolari, sopratutto quelli senza fili con tecnologia Bluetooth.
La loro comodità è indubbia, per quanto le classiche cuffiette con fili sono ancora molto diffuse, quelle senza fili hanno dalla loro la grande comodità di non avere un filo penzoloni di lunghezza limitata collegato al nostro smartphone. Comodissime sia per sentire musica quanto per effettuare o ricevere chiamate, mi capita spesso di incrociare persone che sembrano parlare da sole guardando nel vuoto per poi accorgermi che hanno alle orecchie queste minute cuffiette che sporgono a malapena dalle orecchie.

Ogni casa produttrice, nell’ambito tecnologico, oramai produce le sue cuffie senza fili. Tutte hanno in comune le piccole dimensioni e leggerezza, sono touch ovvero sensibili al nostro dito e sfiorandole effettuano delle azioni quali ad esempio alzare o abbassare il volume, rispondere, chiudere o effettuare una chiamata ecc.. Tutte oramai sono munite di una piccola scatola magnetica che oltre a fungere da custodia di protezione fanno anche da base di ricarica, ovvero quando si ripongono le cuffie nella scatola queste verranno ricaricate tramite induzione. Infatti invece di ricaricare le cuffie, munite di piccole batterie, ma che grazie ai bassi consumi durano diverse ore in riproduzione, dovremo ricaricare la scatola munita di porta USB.
Le tante tipologie di cuffie bluetooth spaziano da prezzi di poche decine di euro fino ed oltre le 200 euro. Si differenziano oltre che nel marchio e nella qualità di riproduzione dell’audio, anche dal tipi di tecnologia Bluetooth impiegata (4 o 5), nelle funzioni ed operazioni che possono fare e quelle di fascia più alta hanno un sistema tecnologico che annulla i rumori esterni, tanto più è efficace questa funzione tanto più costano. Attenzione però che camminando con queste cuffie e con la funzione di attenuazione del rumore attiva, diventa pericoloso anche attraversare la strada in quanto avremo difficoltà a sentire i rumori delle auto che sfrecciano vicino a noi.

Tra le tante scelte ho optato per questi auricolari Bluetooth Puro TWINS.

I tre led blu accesi stanno ad indicare che la scatola ha la batteria pienamente carica.

Le cuffie sono in carica, quando i Led diverranno bianchi saranno cariche.

Queste cuffie adottano il Bluetooth 5.0, che ha dei grandi vantaggi riaspetto al vecchio 4.0.

In confezione troviamo la scatola di ricarica e le cuffie Puro, un cavo USB, abbastanza corto, per ricaricare la scatola e una bustina contenete dei gommini di riserva da applicare alla cuffia. E’ presente un sintetico manuale in multi lingua tra cui l’italiano.
Non si tratta di cuffie di fascia alta, per quanto non economiche, e non hanno la funzione di attenuazione del rumore ma sono comode e pratiche.

Essendo In Ear vanno applicate infilandole nell’orecchio.

Ci sono persone che non sopportano questo tipi di cuffie avendo dei fastidi, in quanto non sono poggiate ma proprio infilate nell’orecchio, quindi è sempre meglio provarle prima di acquistarle. A me non danno fastidio.
Queste cuffiette restano ben aderenti all’orecchio, certo non mi sono messo a ballare ma nell’uso “normale” non sfuggono via.

Per prima cosa dovremo abbinarle al nostro telefono tramite Bluetooth. Queste cuffie sfruttano il Bluetooth 5.0 questo permette di poterle abbinare a più apparecchi in modo semplicissimo.

Per prima cosa dovremo uscire le cuffie dalla scatoletta. Impostando il Bluetooth del telefono in modalità ricerca troveremo “TWINS R”, ovvero la cuffia destra. L’abbinamento infatti avverrà con la cuffia destra e dopo qualche secondo la destra si collegherà in automatico con la sinistra per dare l’effetto Stereo. La destra è la cuffia che comanda, se volessimo usare solo una cuffia dovremo uscire la destra lasciando la sinistra nella scatola.

Come funzionano ?

Premetto che non sono un esperto di audio e di musica quindi non sono un intenditore ma “da non esperto” posso fare un confronto con le cuffie Apple che vengono date di serie con il mio iPhone. Si tratta di normali cuffie con filo ma sono gradevoli nell’ascolto. Ebbene dal confronto che ho fatto ho notato che le cuffie Wireless della Puro mancano di bassi, sono quasi inesistenti, invece presenti nelle cuffie con filo di Apple. Non ho trovato il modo di regolarle o un applicazione della Puro che permettesse di aumentare i bassi per cui credo siano proprio così. Non si sentono male ma durante l’ascolto della musica si sente la mancanza dei bassi che percepisco appunto nelle cuffie di Apple.
In chiamata le ho trovate comode e chiare, sia per me nell’ascolto che per il mio interlocutore. Per rispondere basta sfiorare la cuffia destra.
Essendo touch hanno una marea di funzioni che si attuano sfiorando in modo opportuno le cuffie nella parte sensibile, ma per me non è facile ricordare tutte queste azioni.

Tratto dal manuale ecco le funzioni di queste cuffie.

Insomma non male nel complesso ma non mi hanno impressionato positivamente, probabilmente si può trovare di meglio a parità di prezzo, siamo intorno alle 50€ (se non ricordo male erano pure in offerta). La comodità c’è, appena messe all’orecchio sono già connesse al nostro smartphone senza doverlo uscire dalla tasca.

Se ti è piaciuto l'articolo e apprezzi il mio lavoro potresti aiutarmi con una piccola donazione, tramite PayPal, offrendomi un cappuccino.
Grazie di cuore!
Dona