Tecnologia – Recensione – Lampada UV-C sterilizzatrice portatile, Mod. JY-XD1

Visto il periodo di emergenza che per ora ci affligge, causa Virus Covid-19, si cercano continuamente prodotti, tecnologici e non, dedicati alla disinfezione e sterilizzazione di superfici, oggetti e quant’altro. Se in passato avevo parlato di uno sterilizzatore a raggi UV, una sorta di scatola dove riporre i nostri oggetti da disinfettare, non sempre possiamo far entrare in una scatola il nostro oggetto e non sempre possiamo ricorrere a liquidi alcolici per disinfettarli, ad esempio una tastiera da computer, troppo grossa per inserirla in una scatola e sensibile ai liquidi se dovessimo bagnarla, si guasterebbe.
Reputando valida la soluzione delle radiazioni UV, ho cercato una lampada portatile che mi consentisse di disinfettare delle superfici che non posso bagnare con liquidi disinfettanti.
La rete è piena di soluzioni, la mia attenzione si è soffermata su questo modello con batteria integrata.

Lampada UV-C sterilizzatrice portatile, Mod. JY-XD1

Nella confezione viene dichiarata la sua pericolosità esponendo la nostra pelle o gli occhi a queste radiazioni per cui ci vuole molta prudenza nell’usarla.

Nella confezione una sintetica guida in multilingue, la lampada e un cavetto USB per la ricarica.

Il prodotto è piccolo e leggero, si presenta sotto forma di un cilindro bianco con una lampada di 7cm che emette radiazioni UV tra i 185-254nm, per la sterilizzazione di superfici, esponendole a questi raggi per oltre 15 secondi. Maggiore sarà il tempo di esposizione maggiore sarà l’efficacia.

Foto tratta dal manuale.

L’uso della lampada UV è semplicissimo, premendo sull’unico bottone, dal lato dei Led, questa si accenderà, ripremendo si spegnerà.
Qui faccio una critica, questi raggi sono molto pericolosi e non devono colpire nostri occhi (la luce blu è la frequenza visibile, utile per capire dove irradiamo, ma noi ci dobbiamo preoccupare della parte non visibile che è quella pericolosa e germicida, infatti i raggi UV sono invisibili ai nostri occhi), perché mettere il bottone dal lato della lampada ? Sarebbe stato più saggio metterlo dietro. Guai a girare verso di noi la lampada per vedere il bottone ed accenderla ancora rivolta verso di noi. Una volta messo il dito sopra il bottone consiglio vivamente di girare la lampada rivolgendola dal lato opposto a noi e solo dopo accenderla ed evitare di guardare la luce emessa.

In fase di carica il Led è rosso, appena diventa blu la batteria è carica.

Ma veniamo alle prove.

Sto sterilizzando il mio spazzolino da denti.

Ma è vero che escono raggi UV da questa lampada,  e non solo luce blu ?

Fortunatamente con lo sterilizzatore precedente mi hanno dato una carta speciale sensibile alle radiazioni UV.

Carta sensibile ancora non esposta alle radiazioni.

Esposizione alla luce della lampada. La scritta sensibile ai raggi UV diventa visibile.

Effettivamente da questa lampada escono le radiazioni UV per cui prudenza nell’uso.

Devo inoltre aggiungere che durante le prove effettivamente arrivo a sentire un odore asprigno nell’aria per cui sicuramente si produrrà Ozono (si produce quando i raggi UV-C al di sotto dei 254nm colpiscono le molecole di ossigeno, ed effettivamente la frequenza dichiarata va dai 185 ai 254nm.). L’Ozono è molto velenoso per cui consiglio di evitare di inalarlo con la respirazione.

Per ora questa lampada portatile a raggi UV Mod. JY-XD1 la uso spesso e la trovo utile per sterilizzare piccole superfici, l’interno di mascherine, scarpe, tastiere e superfici che è saggio non bagnare con sostanze liquide. Se è veramente efficace non posso dirlo ma visto che effettivamente escono radiazioni UV direi che la sua utilità c’è. Ricordo che anche le radiazioni UV, oltre ad essere pericolosissime per i nostri occhi e pelle, tendono a danneggiare le superfici esposte con il tempo, per farvi capire dal nostro Sole escono tra le tante radiazioni anche tantissimi raggi UV (ecco perché in estate è consigliato mettere la crema solare, per proteggerci da queste radiazioni), se vedete una porta in legno verniciata con il tempo scolorisce, sono le radiazioni UV emesse dal Sole che praticamente aggrediscono la vernice!

Se ti è piaciuto l'articolo e apprezzi il mio lavoro potresti aiutarmi con una piccola donazione, tramite PayPal, offrendomi un cappuccino.
Grazie di cuore!
Dona