Tecnologia – Recensione – Rilevatore di Metalli e Cavi Elettrici TACKLIFE DMS03

Capita spesso di dover fare dei buchi sul muro per inserire dei tasselli o anche appendere un semplice quadro. Vi sarete posti il dubbio se dietro ci fosse qualche tubo o fili elettrici. Grazie alla tecnologia possiamo sapere in anticipo, prima di bucare, cosa si trova sotto il muro. Esistono dei rivelatori di metalli e fili elettrici da muro. Ne esistono svariati tipi, dia più professionali e costosi, che rivelano con precisione questi oggetti a grande profondità, ai più economici e semplici che si limitano a scovare questi oggetti a piccole profondità ma che comunque fanno il loro dovere.

Ricordo che la recensione di questo oggetto è spontanea, esprimendo un mio parere personale, e che non ho ricevuto alcun compenso o l’oggetto gratuitamente!

Io ho comprato, approfittando di una offerta, un rivelatore di metalli e cavi elettrici da muro TACKLIFE DMS03.

Si tratta di un rivelatore da muro di metalli, cavi elettrici e legno.

In una semplice confezione in cartone troviamo il rivelatore (14cmx6,5cm,2,5cm 178g con batteria), una custodia con possibilità di inserirla nella cintura, una batteria da 9V, un manuale in multi lingua (tra cui l’italiano) e un cartoncino per la garanzia.

Il rivelatore ha tre bottoni gommati. Il più in alto per accendere e spegnere, in basso a destra serve per rilevare metalli e cavi elettrici in tensione. A sinistra per il legno. Il display è retroilluminato.

Il manuale indica la profondità di rilevazione e la simbologia del display.

Andiamo al suo funzionamento. Secondo le specifiche è in grado di rilevare materiali in ferro (magnetici) fino a 80mm, i metalli ferrosi (non magnetici) fino a 60mm, i conduttori di rame e cavi elettrici-fino a 50mm, materiale in legno fino a 20mm di profondità. Una volta inserita la batteria, l’apparecchio parte con la rilevazione dei metalli.
L’ho poggiato in un tavolino di legno, spesso circa 4cm, sotto i tubi di ferro per il sostegno sono disposti a croce come si vede dalla foto.

Posizionandolo lontano dai tubi l’apparecchio non rileva il metallo.

In basso al centro c’è un cerchio, quando appare la croce indica che l’oggetto rilevato è proprio sotto.

Posizionandolo proprio sopra il tubo effettivamente rileva il metallo, indicando anche che è di tipo magnetico (il simbolo della calamita accanto). L’apparecchio, inoltre, fornisce la profondità a cui si trova il metallo, dando i centimetri di distanza e indica con la croce nel cerchio quando che risulta essere proprio sotto. Il rilevatore oltre ad accendere un Led rosso (in alto a sinistra) emette anche un segnale acustico.

Ho provato a metterlo su un tavolo di legno (spesso 2cm) e posizionare sotto un metallo non magnetico (una lattina). Pian piano ho avvicinato la lattina, avevo una riga per misurare la distanza della lattina dal rilevatore. Da circa 9cm ha iniziato a rilevarlo.
Ho fatto la stessa cosa con un metallo magnetico, come prima ha rilevato il metallo ma per indicare che è magnetico solo quando è a pochi centimetri (circa 4cm) lo ha indicato nel display.

L’ho provato nel muro alla ricerca di cavi elettrici.

Nel rilevare il legno ho avuto non poche difficoltà.
L’apparecchio praticamente, a senso suo, lo rileva ovunque. Pure in aria poggiando un dito sul sensore.
Il manuale dice prima di poggiare l’apparecchio sul muro e poi premere il bottone per rilevare il legno.
Ho provato sulla mia scrivania di legno (truciolato per la precisione) e dopo averlo poggiato e premuto il bottone legno non rileva nulla, pure spostandolo. Se lo sollevo e lo ripoggio lo rileva dappertutto. Come ultima prova ho provato attraverso un libro spesso 2cm circa, sotto ho posizionato una bacchetta di legno. Ho poggiato il rilevatore sul libro e ho premuto il bottone per la rilevazione del legno. Ha iniziato a rilevare il legno anche se non era sopra la bacchetta. L’ho calibrato tenendo il bottone legno premuto per qualche secondo. Ha smesso di rilevare il legno. Pian pianino l’ho spostato verso il legno ed effettivamente ha iniziato a suonare solo quando era sopra la bacchetta di legno. L’ho sposato ed ha smesso di suonare, solo quando si trovava sopra lo rilevava, quindi così sembra funzionare correttamente, ma come si comporta su una parete dove io non ho idea di cosa ci sia dietro ? Ho fatto varie prove, ad esempio l’ho poggiato su una parete e l’ho calibrato. Ho iniziato a spostarlo finché, subito vicino ha rilevato il legno ma riportando alla posizione di partenza comunque rilevava il legno anche se prima non lo segnalava. Praticamente lo segnalava ovunque! Per me la modalità di rilevazione del legno non è molto affidabile.

Conclusioni

Il rilevatore TACKLIFE DMS03, dalle prove effettuate, è abbastanza preciso per rilevare metalli (indicandone la profondità) o cavi in tensione, ovviamente parliamo di piccole profondità ma non lo ritengo affidabile per rilevare il legno. Si tratta sempre di un prodotto economico per uso casalingo. Se cercare qualcosa di professionale meglio optare per altri prodotti di fascia più alta.

Se ti è piaciuto l'articolo e apprezzi il mio lavoro potresti aiutarmi con una piccola donazione, tramite PayPal, offrendomi un cappuccino.
Grazie di cuore!
Dona