Programmazione – Cenni di Visual Basic 6

VisualBasic6

In questo articolo faremo qualche cenno riguardo il linguaggio Visual Basic.
Il Visual Basic è caratterizzato da molte versioni, la versione 6 oramai è sicuramente obsoleta, ma risulta ancora oggi tra le più diffuse e studiate per la facilità ed immediatezza nel realizzare programmi in ambiente Windows dall’XP al 10.
I concetti, come per tutti i linguaggi di programmazione, sono fondamentalmente gli tessi, cambia solo la sintassi e qualche procedura.

Iniziamo con i concetti fondamentali di VB6.

L’ambiente di lavoro del VB6 è fondamentalmente un ambiente grafico, a differenza del linguaggio C studiato fino ad ora che è stato prettamente testuale.

VB6-Ambiente

Dovendo operare con le finestre, per prima cosa dovremo crearne una ed inserire tutti gli oggetti con cui opereremo.
In questo articolo farò dei cenni ma chi è interessato al riguardo potrà trovare parecchie informazioni su internet.

La sintassi, di VB6 è più semplice e sintetica che in C, non è detto che sia un bene. Mentre in C siamo obbligati a definire una variabile e specificare cosa conterrà, in VB6 potremmo anche farne a meno e scrivere direttamente A = 67 oppure B = “ciao”. Sarà il compilatore a capire cosa conterrà la nostra variabile ed agire di conseguenza.
Questo implicherà una maggiore lentezza di esecuzione, e maggiore probabilità di commettere errori, ecco perché il C è il linguaggio in assoluto di riferimento.

Per evitare confusione, nella stesura del codice sorgente in VB6, quando la nostra variabile conterrà una stringa si farà seguire dal simbolo $, è una sintassi che si porta dietro dal vecchio Basic, ma sempre valida in VB6 e ci aiuterà a comprendere meglio il nostro codice sorgente durante la lettura.

Facciamo un esempio:

A = 23 // in C sarebeb stato: int A =23;
B$ = "ciao" // in C sarebbe stato: char B = "ciao";

Operazioni algebriche e stampa del risultato:

int A
int B
int C

A = 12
B = 4
C = 0

C = A + B

'Questa istruzione crea una finestra messaggio contenente il testo
MsgBox ("Ecco il risultato:" + Str$(C)), vbInformation, "Messaggio" 

Mentre siamo abituati ad usare l’istruzione C printf, per stampare a schermo il nostro risultato, in un ambiente grafico dovremo stampare il nostro risultato a fienstra, ad esempio tramite MSGBox.

Nel nostro programma di esempio abbiamo creato un bottone (contenente il codice esposto sopra) che permette di effettuare il calcolo e stampare il messaggio.

Somma-VB6

Analizziamo nel dettaglio l’istruzione MSGBox.

MsgBox (“Ecco il risultato:” + Str$(C)), vbInformation, “Messaggio”

|____parte1____________|   |__parte2__| |__parte3__|

Dovremo definire il titolo della finestra, il tipo di finestra informativa, il messaggio in essa contenuto.

Parte1

Dentro la parentesi tonda dovremo inserire come stringa il messaggio da mostrare in finestra.

“Ecco il risultato:” + Str$(C)

Dentro le virgolette mostreremo il testo, ma dovendo visualizzare anche il risultato della nostra somma, posto nella variabile intera C, la dovremo convertire prima in stringa, in quanto MSGBox opera con le stringhe.

L’istruzione, in VB6, per convertire una variabile numerica in stringa è appunto Str$(variabile).

Parte2

Che tipo di finestra informativa visualizzare ?

VB6 mette a disposizione parecchie scelte, ad esempio:

VB6-MSG1 VB6-MSG2 VB6-MSG3

Solo soltanto una parte delle scelte a disposizione.

Parte3

Nell’ultima parte andrà definito il titolo della finestra di dialogo di MSGBox, nel nostro caso la stringa “Messaggio”.

Questo vi fa intuire come tutto sembra diventare più difficile, non solo dovete conoscere la sintassi ma anche gestire tutto il comparto grafico e l’aspetto del vostro programma.
L’aspetto di un programma è importantissimo, una grafica ben curata spesso lo rende più semplice e piacevole da usare e lo farà preferire ad altri simili ma meno curati nella grafica.

Io non mi vorrei dilungare con il VB6, per cui non andrei oltre con questo articolo.
Su internet, se lo desiderate, potrete fare delle ricerche ed approfondire il mondo di VB6, uno dei linguaggi di programmazione da me preferiti.

Alla prossima Smile-Ammicca

Se ti è piaciuto l'articolo e apprezzi il mio lavoro potresti aiutarmi con una piccola donazione, tramite PayPal, offrendomi un cappuccino.
Grazie di cuore!
Dona